Home Serie B Valdiceppo tenta l’impresa. Sabato lo spareggio per la B

Valdiceppo tenta l’impresa. Sabato lo spareggio per la B

76
SHARE

Una rincorsa cominciata nel mese di agosto, 10 mesi a testa bassa con una squadra che ha cambiato roster e conduzione tecnica ma non ha mai perso i suoi valori forti, fatti di attaccamento alla maglia, determinazione e capacità  di ritrovarsi nei momenti decisivi. Praticamente due campionati nella stressa stagione: la C Regionale dominata nella prima parte, sofferta e avvincente nella fase dei play off. Un titolo conquistato con il sudore, nonostante le difficoltà  e gli infortuni, giocando alla grande nella decisiva gara-5 di finale. Poi la fase Nazionale, la splendida vittoria ai supplementari all’esordio nella trasferta di Cagliari, la prova che nessuno aveva abbassato la guardia, che c’era ancora benzina per provare a volare più in alto. Passando attraverso le sconfitte nel doppio confronto con la Virtus Siena, strappando la seconda piazza con la vittoria entusiasmante di Tolentino, la Valdiceppo rimette ancora una volta tutto sul piatto. Già  promosse il Su Stentu nel girone A e la Virtus Siena nel raggruppamento B, le due seconde si giocheranno sul neutro di Forlì l’ultimo posto disponibile in serie B. Un appuntamento storico per la Valdiceppo, che in quella categoria ha giocato una sola stagione qualche anno fa, fondamentale per tutto il movimento cestistico regionale che ha l’occasione imperdibile di ritrovare un campionato di alto livello. La sfida, manco a dirlo è difficilissima, nessuno se lo nasconde. Firenze era partita con il favore del pronostico nel girone Nazionale dopo aver vinto la serie C Toscana, potendo contare su un roster molto competitivo, fatto di giocatori di grande esperienza e un gruppo 97 protagonista alle recenti finali Under 20 con ragazzi di grande talento ed atletismo. Il punto di riferimento offensivo è certamente la guardia Stefano Rabaglietti, classe 1983, un passato importante in serie A e B (Trapani, Capo d’Orlando, Pistoia, Udine solo alcune delle tappe della sua carriera). Un giocatore capace di bottini importanti, in grado di attaccare sia in uscita dai blocchi che sul pick and roll. Sotto canestro invece i 205 centimetri di Samuele Puccioni, giocatore di solidità  straordinaria su entrambe le metà  campo. In regia Vieri Marotta, ’94, difesa e capacità  di gestire il gioco; tra gli esterni da tenere sott’occhio soprattutto Lorenzo Passoni e Andrea Filippi, molto efficaci nelle situazioni di uno contro uno e duttili nel consentire a coach Lapo Salvetti diverse soluzioni tattiche. Molto interessante anche il lungo Carlo Santomieri, ’85, capace di colpire sia dalla posizione di post basso che dall’arco dei tre punti per via di una mano molto educata.’Conosciamo bene il valore dei nostri avversari’ dicono a Ponte ‘ma sappiamo che in una gara secca tutto puù succedere, che intensità  ed entusiasmo possono cambiare le carte in tavola e sovvertire i pronostici’. L’augurio è quello, dopo una stagione tormentata dagli infortuni, di potersela giocare finalmente al completo. ‘Abbiamo lavorato tanto per arrivare fino a qui, daremo tutto quello che abbiamo per i nostri tifosi straordinari che ci hanno sostenuto sempre, soprattutto nei momenti difficili’. All-in dunque: palla a due Sabato 11 alle 20 allo storico impianto di Villa Romiti a Forlì. Forza ragazzi.