Home Serie B Sicoma Valdiceppo, la carica di Matteo Orlandi

Sicoma Valdiceppo, la carica di Matteo Orlandi

86
SHARE

Carattere non facile, di quelli che non ci stanno a perdere nemmeno al torneo di briscola al bar. Un inizio super, poi qualche problema fisico ne aveva condizionato il rendimento nella prima parte dei play-off. Ma quando contava è tornato alla grande, ed ora è tra i più determinati per la prossima avventura della Sicoma Valdiceppo, nella quale nel corso degli anni si è ritagliato un ruolo di autentico protagonista. Abbiamo sentito Matteo Orlandi proprio al termine di uno degli allenamenti organizzati da coach Pierotti per provare alcuni giocatori.Matteo, dacci un giudizio sulla prossima stagione‘Un anno elettrizzante sotto tutti i punti di vista. Tanti infortuni, che ci hanno perseguitato dall’inizio alla fine, una sola sconfitta in un intero campionato, dei play-off interminabili. Poi la vittoria del campionato e la fase nazionale culminata con uno spareggio perso all’ultimo secondo. Non ci siamo mai tirati indietro un secondo.’Raccontaci le tue emozioni sulla vittoria del campionato‘La finale è stata una delle partite più emozionanti che abbia mai giocato. Probabilmente i siamo complicati un po’ la vita ma poi Gara-5 ha dimostrato che ne era valsa la pena. Siamo rimasti uniti di fronte a difficoltà  di ogni tipo, abbiamo giocato di squadra e finito festeggiando davanti al nostro pubblico fantastico.’Poi lo spareggio un’autentica battaglia’Intanto siamo stati molto bravi a raggiungere quell’obiettivo, vincendo l’ultima a Tolentino con grande carattere. Con Firenze è stata una battaglia punto a punto decisa solo negli ultimi secondi del supplementare e condizionata da una decisione molto molto dubbia al temine dei tempi regolamentari. Ma il basket è anche questo. Speravo davvero di portarla a casa a coronamento di 10 mesi di allenamenti e partite. Poi si è deciso di percorrere la doppia via del ricorso e della richiesta di ripescaggio, e quando la possibilità  di partecipare di nuovo al campionato di Serie B si è concretizzata, è stato difficile non farsi travolgere dall’entusiasmo.’Cosa ti aspetti ad un livello sicuramente più alto di quello che avete affrontato fino a questo momentoà‘Ci aspettano trasferte lunghe e avversari molto forti, dovremo dare il massimo anche sotto l’aspetto fisico, per il maggiore tasso di atletismo, che mentale per non scoraggiarci di fronte alle inevitabili difficoltà  che si presenteranno. Ma siamo un gruppo molto solido e nei momenti importanti l’abbiamo sempre dimostrato. E poi possiamo contare su un pubblico straordinario che non smetterù mai di ringraziare.’Hai qualche ringraziamento da fareà‘Ci sarebbero molte persone da ringraziare, moti che ci hanno aiutato in forme diverse. Uno speciale lo voglio rivolgere a chi sette anni fa mi ha fatto entrare in questa grande famiglia, crescere come persona e come giocatore e continua a sostenermi in qualsiasi momento. Grazie coach T.’Prosegue intanto l’attività  di ricerca di un giocatore d’area che possa dare consistenza al settore lunghi della Sicoma. Anche la prossima settimana con tutta probabilità  saranno organizzati degli allenamenti a questo scopo, con l’obiettivo di conciliare le esigenze tecniche con quelle di bilancio. La prima amichevole invece con tutta probabilità  alla fine di Agosto, quasi una tradizione ormai, contro la Stella Azzurra.